// Stai leggendo...

Crm

Social Smart Cities: Milano alla prova dell’Expo

Al via tra pochi giorni l’Expo di Milano. Oltre alle implicazioni possibili sulla nostra economia e sulle nostre imprese, #EXPO2015 sarà una prova per la città di Milano. Sarà un terreno di misurazione per capire quanto la città di Milano sia davvero “smart” o cosa possa fare per diventarlo ancora di più. Amcservices è impegnata da un anno in un progetto in ambito “smartcities” finanziato dalla Regione Lombardia sui fondi FESR (www.spac3.it) e tra i destinatari del nostro lavoro di ricerca e prototipazione ci sono proprio due comuni: il Comune di Bergamo e il Comune di Milano.

Quali saranno le principali sfide? Quali saranno i criteri di valutazione che accompagneranno i cittadini italiani nei mesi di Expo? Quali esperienze vorranno vivere i cittadini durante Expo e quali vantaggi si attendono? In base a quali variabili Milano sarà apprezza come città “smart”?

Attraverso la strumentazione di social intelligence di Welikecrm siamo andati ad ascoltare i cittadini, leggendo i loro tweet e cercando di capire come vivono il concetto di “smartcities” e cosa pensano di “Expo”. Abbiamo individuato in area “smartcities” cinque macro-aree di conversazioni:

– Ecologia: ne parla il 39% del campione. I post si dividono in 2 micro-aree: tweet sulla mobilità e la condivisione dei mezzi di trasporto (car sharing e bike sharing, con il 25% delle conversazioni) e tweet sul riciclaggio (14% delle conversazioni totali).

– Cultura: 38% delle conversazioni del campione. I tweet parlano soprattutto di libri (il 20% delle conversazioni totali) e arte e convegni (nel 18% dei casi).

– Educazione: 6% del campione.

– Anziani: 6% del campione.

– Il resto parla di altri temi

Il concetto di città smart è dunque associato alla capacità di gestire in modo intelligente il traffico e i mezzi di trasporto, ottimizzare le risorse esistenti attraverso azioni di riciclaggio, rispettare l’ambiente e costruire un modello di città che metta ai primi posti la cultura, l’educazione e che includa gli anziani.

Sarà Milano un esempio di mobilità efficace? Saranno le aziende di trasporto pubblico in grado di reggere la sfida? E ancora, Expo permetterà di valorizzare la cultura e il patrimonio artistico?

Appare chiaro che il pubblico osservato sui social ha una posizione ben precisa e polarizzata su questi temi, con aspettative facilmente identificabili. Comune e aziende di trasporto ne devono essere consapevoli.

Per quanto riguarda Expo Milano 2015, abbiamo osservato i dati su twitter dal 1° gennaio 2014 al 1° marzo 2015: osservando i circa settecentomila tweet analizzati, gli uomini rappresentano il 57% degli autori, e l’età media supera generalmente i 35 anni. La provenienza dei post è molto varia, ai primi tre posti l’Italia con 280.127 post, gli USA con 15.591 e UK con 10.534 post. Solo a Milano 43.798 menzioni, poi Bergamo con 30.844 e Trieste con 7.922. Il profilo Twitter di riferimento è @expo2015milano, mentre gli hashtag più utilizzati sono #Expo2015, #Milano e #expottimisti, segno che la manifestazione riveste anche un significato di speranza e ottimismo per la nostra economia. Tra i maggiori influencer che parlano in rete di Expo figurano le Nazioni Unite @UN e l’UNESCO @UNESCO, oltre alla Commissione Europea @EU_Commission, John Kerry @johnKerry e la Repubbllica.it @repubblicait. In aggiunta a questi profili “istituzionali” media si nota la presenza di una azienda come Coca Cola @CocaCola e Green Peace @Greenpeace.

Venendo all’analisi dei contenuti: purtroppo il 20% del contenuto che circola in rete su Expo 2015 si riferisce a vicende politiche e giudiziarie, i contenuti legati al food, insieme ai contenuti dell’Italia turistica da promuovere nel mondo stanno attorno al 16%, dato indicativo di un potenziale ancora poco sfruttato dalla rete. Al primo posto con il 33% gli eventi e le iniziative in programma, oltre alle partnership relative ai convegni organizzati per promuovere Expo e i temi di lavoro. Un buon 11% è dedicato alle discussioni sulle opportunità di lavoro di Expo, come occasione per lo sviluppo dell’economia del nostro paese. Fisiologico il traffico informativo sugli aspetti logistici quali biglietti, info, app, sedi, trasporti, percorsi, ecc. ecc: tale volume oggi attorno all’11% è destinato a crescere, con contenuti provenienti da utenti del web di tutte le lingue, che dovranno essere gestiti in modo preciso e puntuale, anche con soluzioni e interventi real time.

In sintesi, ecco i terreni di sfida per la Milano “smart” durante Expo: trasporti e mobilità, valorizzazione del patrimonio culturale e artistico, capacità di promuovere e gestire gli eventi e le iniziative in programma, capacità di evitare ulteriori scandali, capacità di generare posti di lavoro.

Un meta-terreno di sfida per il Comune di Milano e per gli organizzatori sarà l’ascolto e gestione multilingua e multicanale delle interazioni con il pubblico di Expo, proveniente sia dall’Italia che dall’estero, che avrà bisogno di informazioni, biglietti, mezzi di trasporto, ristorazione e servizi alberghieri. In molti casi – soprattutto per l’utenza business straniera – si tratta di un pubblico abituato ad interagire in real time su canali social o su app, condividendo le proprie esperienze e le proprie immagini: la sfida della Milano “smart” passa anche attraverso i social. Dobbiamo vincere, stavolta partecipare non basta.

Discussione

Un commento per “Social Smart Cities: Milano alla prova dell’Expo”

Line Break

Author: maurizio.mesenzani (34 Articles)

Amministratore di arké management consulting services, società di consulenza, formazione, sviluppo tecnologico e servizi alle persone che opera in rete tra Milano, Firenze, Roma, Londra. Partner di BSD e Welikecrm, aziende del gruppo amcservices. Docente a contratto presso Università Bicocca di Milano.

  1. […] Quali saranno le principali sfide? Quali saranno i criteri di valutazione che accompagneranno i cittadini italiani nei mesi di Expo? Quali esperienze vorranno vivere i cittadini durante Expo e quali vantaggi si attendono? In base a quali variabili Milano sarà apprezza come città “smart”? Attraverso la strumentazione di social intelligence di Welikecrm siamo andati ad ascoltare i cittadini, leggendo i loro tweet e cercando di capire come vivono il concetto di “smartcities” e cosa pensano di “Expo”. Abbiamo individuato in area “smartcities” cinque macro-aree di conversazioni… continua […]

    Posted by Newsletter 4/2015 | maggio 15, 2015, 16:00

Facci sapere la tua opinione

Eventi


« Agosto 2017 »
Mo Tu We Th Fr Sa Su
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Newsletter